Perché la verginità di Haruhime è così importante?

Come rovinare una serie con una sola frase

Poiché la terza stagione di DanMachi è alle porte ho deciso di parlare di un avvenimento che mi ha turbato molto nella scorsa stagione, per l'appunto la verginità della Reynard Haruhime.

Premessa: in questo articolo sono presenti spoiler inerenti alla seconda stagione dell'anime di DanMachi, per chi legge la Novel invece gli spoiler arrivano fino al volume 7.

Come saprete già Haruhime era un membro della famiglia Ishtar, che dopo gli avvenimenti della seconda stagione entrerà a far parte della famiglia Hestia. Tutto il secondo arco narrativo di questa stagione si basa sulla Reynard, ma in particolar modo sulla sua professione, poiché lei è una prostituta.

In questo arco narrativo vedremo per la prima volta Bell vacillare non per un nemico fisico, ma bensì per colpa delle sue convinzioni. Little Rookie è nato e cresciuto con le storie dei vari eroi del passato che suo nonno gli narrava. Loro erano forti e puri, esseri positivi, mentre una prostituta, al contrario, è simbolo di rovina. Per questo Bel non sapeva se salvare la ragazza in difficoltà oppure abbandonarla al suo destino.

Questo dilemma ha fine nell'episodio dieci, dove Bell, accorso per salvare Haruhime, le dice:

Video 
B -"Hai detto che una prostituta è simbolo di rovina per l'eroe, però gli eroi che ammiriamo tanto non la pensano così!" [...]
H -"Sporca come sono che valore ho?"
B -"Non decidere da sola di non valere niente, o che noi non possiamo fare nulla!"
   -"Essere derisi o essere sporchi, non è nulla di cui vergognarsi"
   -"La cosa di cui vergognarsi è l'essere indecisi e non agire!" [...]
H -"Non voglio più vendere il mio corpo"
   -"Non voglio più ferire nessuno"
   -"Non voglio morire!"
   -"SALVAMI!"

Questo scambio di battute fa capire allo spettatore che a Bell non importano le varie dicerie, lui vuole salvare Haruhime dal profondo del cuore. In questo modo Bell si distacca dalla figura dell'eroe classico.

Il problema sorge però nell'undicesimo episodio. Proprio all'inizio, quando Aisha Belka parla con le altre ex_affiliate della familia Ishtar in un solo scambio di battute rovinano tutto l'arco narrativo: tra di loro si dicono che Haruhime è vergine e non è mai stata una prostituta. Questa frase distrugge tutto quello detto in precedenza! Rovina il bellissimo messaggio che la serie voleva trasmettere facendo salvare al protagonista una prostituta (un tema, quello della prostituzione, delicato e raro in anime per ragazzi) e in questo modo "sporcarsi", non è una cosa da poco...


Video
 

Siamo sempre stati abituati a sentire le varie opere classiche come l'Odissea, con l'episodio di Circe e Ulisse, dove la seduzione di una donna allontana l'eroe dal suo cammino. La prostituta nei poemi classici porta sventura, è colei che svia l'eroe, lo porta alla perdizione, non è nemmeno considerata una persona, ma l'incarnazione del maligno. Confidavo che in quest' opera, invece, le cose sarebbero state diverse...

Il fatto che Haruhime fosse vergine si sarebbe potuto intuire dato che lei sviene ogni volta che vede un uomo nudo. Ma questo non esclude il fatto che qualcuno abbia potuto approfittarsi di lei mentre era incosciente. Nell'anime questa informazione ti viene sbattuta in faccia contaminando o in qualche modo "giustificando" la scelta coraggiosa di Bell. Certo Bell e la Reynard non lo sanno, quindi in parte il messaggio è "salvo", ma lo spettatore lo sa, e questo smorza il valore della scelta di salvare la ragazza nonostante tutto. Ciò rende la fruizione dell'opera meno incisiva.

Nella Novel è ancora peggio, durante il combattimento tra Aisha e Bell, l'amazzone dice al ragazzo testuali parole: "Mi sa che hai preso un granchio! Guarda che è una vergine che non ha mai conosciuto un uomo!" (Volume 7, Capitolo 7, Pag 364 dell'edizione JPop). Nel libro confronto all'anime il protagonista viene a conoscenza della verginità di Haruhime e sembra quasi che Bell riesca a salvare la Reynard solo dopo aver scoperto che è una ragazza pura, in questo modo tutti i problemi che Bell si era fatto, tutto il messaggio che l'opera voleva veicolare, vengono buttati via, visto che il problema si è risolto da solo e il protagonista non dovrà "sporcarsi" per salvare l'amica.

Non credo si possa negare che in questo modo è stata rovinata una serie, non posso sapere i motivi dietro quella scelta, forse i produttori avevano paura di uno scandalo e hanno messo le mani avanti in questo modo siccome è una serie che viene vista/letta anche e soprattutto dai più giovani. L'opinione pubblica avrebbe potuto alzare un polverone visto che certi argomenti non andrebbero trattati, la società giapponese in questi casi non è così diversa da quella italiana.

Forse sono stato troppo duro in questo articolo, ma questa cosa mi ha lasciato molto turbato, perché l'ho visto come un modo perbenista di trattare un tema importante, senza però sbilanciarsi troppo. Un vero peccato, se avessero osato di più questa serie sarebbe potuta diventare un piccolo capolavoro per i temi trattati, invece resta pur sempre una serie gradevole da vedere, ma nulla di più.

Dungeon ni Deai wo Motomeru no wa Machigatteiru Darou ka II
TV - 2019 Estate - 12 episodi
Sequel di DanMachi, tratto dalla light novel di Fujino Oomori e Suzuhito Yasuda. In...
Sto  Stipo ho letto solo prostituta, ho capito tutto
1 mesi fa
Uzumaki Naruto Bellissimo il paragone con l'Odissea di Omero. Appena hai citato Circe non ho potuto non pensare alla ninfa Calipso, la quale innamoratasi di Ulisse lo trattiene per 7 anni ostacolando il viaggio dell'eroe itacenso. Forse non c'entra nulla ma mi è subito venuto in mente.😅
1 mesi fa
Sto  Stipo hahaha,un po di mitologia @naruto uzumaki ( ̄︶ ̄*))
1 mesi fa
Uzumaki Naruto Che ci posso fare mi piace 😅
1 mesi fa
Sto  Stipo che ci posso fare mi piace , abbiamo scoperto una tua passione remota ...(* ̄0 ̄)ノ
1 mesi fa
Sto  Stipo voglio vedere un parere da pulsar XD
1 mesi fa
Fosck TheWorst Sto Stipo ho*
1 mesi fa